26 Settembre 2020

La Gazzetta degli Amatori

“Dai campionati Tec al calciotto Csi”

Nasce la Gazzetta degli Amatori, per chi ama il calcio ogni oltre limite

Un nuovo progetto per dare spazio a chi lo merita ma non ce l’ha

Non c’era nelle Marche un sito del genere. Vero, genuino, che raccontasse le storie di chi non ha mai un’occasione di riscatto. Di chi, giorno dopo giorno, sputa sangue e sudore su un campo di calcio senza riceverne gloria ma, al massimo, una pacca sulla spalla a fine partita. Nasce, da quest’idea, La Gazzetta degli Amatori. Un sito, un blog del calcio amatoriale, ideato e fondato dal sottoscritto che, da sempre, è la voce narrante dei meno fortunati. Di coloro che, magari, pagano per giocare e fanno in modo che la loro passione continui, giorno dopo giorno, togliendo spazio ad amici e famiglie. Sono i protagonisti senza volto che, finalmente, potranno sentirsi liberi di raccontare le emozioni di un gol, di una vittoria o di una sconfitta. Sono coloro che, un’intervista, magari non l’hanno mai rilasciata. Sono coloro che, dalla base, alimentano quel grande movimento che è il calcio. Il sito sarà aggiornato in base agli impegni, non potendomi prendere un impegno costante e continuativo di svariate ore giornaliere. Ma avremo modo, con sufficiente regolarità, di raccontare le storie di chi non ce l’ha fatta a sfondare ad alti livelli ma conserva, negli anni, sempre lo stesso amore verso questo sport. Quell’amore che, negli anni, mi ha portato a scrivere migliaia di articoli sul calcio cosiddetto minore ma che, a me, ha regalato sogni, speranze e grandi soddisfazioni. “Dai campionati Tec al calciotto Csi” è il motto del sito che ospiterà chiunque voglia raccontarsi ai miei microfoni e narrarsi attraverso la mia penna. Uno spazio per chi, fuori da ogni campionato federale, corre e lotta ancora nei campi di perifieria, per i nostri canonici e fatidici sessanta o più minuti di gioco. Il sito non pubblicherà comunicati stampa preconfezionati o storie inviate via mail. Vogliamo regalare un servizio di qualità e non di quantità, di puro riconoscimento per chi ama il calcio e lo pratica tutti i giorni. Non prenderò in considerazione cronache di partite, polemiche sugli arbitri o tra società rivali. Voglio raccontare il bello del calcio amatoriale, che già svanisce con la terza categoria, considerata categoria dilettante. Voglio promuovere il sacrificio di chi lotta e non soddisfare l’ego di chi si sente superiore agli altri. Voglio far amare il calcio di periferia, non scimmiottare quello visto in tv. Per raccontarmi di persona la vostra storia è possibile contattarmi ai seguenti recapiti: Emanuele Trementozzi al 320/1742733 o via mail a emanueletrementozzi83@gmail.com.